News

Le News di Consulenti Associati

MARKETING SENZA PUBBLICITÁ SI PUÓ FARE? Come gestire la comunicazione del gioco dopo il Decreto Dignità
Autore: Redazione MAG Data: 14 settembre 2018 Commenti: 0
marketing1-696x390 img

Il Decreto Legge n. 87/2018, il cosiddetto “Decreto Dignità”, introduce, per il gioco con vincita in denaro, il divieto di qualsiasi forma di pubblicità diretta ed indiretta su qualunque mezzo di comunicazione (incluso le sponsorizzazioni). Di fatto il divieto di pubblicità non ha avuto un effetto immediato, in quanto il Decreto consente agli operatori di proseguire l’esecuzione dei contratti già in essere alla data della sua pubblicazione, per un periodo massimo di un anno.

Di conseguenza, il divieto di pubblicità farà vedere i suoi effetti progressivamente per diventare pienamente operativo dal 14 luglio 2019; in questo “roll out” a partire dal 1° gennaio 2019, sarà vietata ogni forma di sponsorizzazione, incluse quelle sportive.

La norma prevede l’esclusione dal divieto di pubblicità delle lotterie nazionali a estrazione differita (in pratica la Lotteria della Befana), delle manifestazioni di sorte locali, lotterie, tombole e pesche o banchi di beneficenza e delle forme di comunicazione ed informazione che utilizzano i loghi sul gioco sicuro e responsabile dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

La norma, tra l’altro, si presta a diverse interpretazioni su cosa è lecito o non lecito. Se, infatti, la comunicazione ed informazione sul gioco responsabile sembra essere esclusa dal divieto, non è altrettanto chiaro quali possono essere i messaggi consentiti e quale esposizione può avere, ad esempio, il brand o il prodotto di un operatore nell’ambito di un messaggio sul gioco responsabile.

Nei prossimi dieci mesi, le nuove disposizioni in materia di pubblicità indurranno il mercato ad un forte cambiamento del paradigma commerciale, oramai consolidato su modelli internazionali, favorendo lo sviluppo di nuovi strumenti di marketing specifici per il mercato italiano e conformi al mutato contesto normativo.

marketing_lampadinaIl divieto di pubblicità inevitabilmente dovrà originare o rafforzare forme di comunicazione alternativa (si pensi ad esempio al content marketing, in parte già utilizzato ma che potrebbe essere sviluppato ulteriormente) e lo sviluppo commerciale su rete fisica, attraverso l’ulteriore creazione di reti di promozione del gioco online (già utilizzate da alcuni operatori).

Nasce, quindi l’esigenza di individuare i possibili strumenti alternativi di marketing valutandone anche i correlati profili di rischio (per il concessionario) considerando, ad esempio, i seguenti aspetti:

■ il quadro normativo vigente;

■ le sanzioni previste;

■ i contenuti della comunicazione (i.e. cosa si intende per comunicazione responsabile);

■ il perimetro di azione della norma.

In tale contesto, MAG società con decennale esperienza nel settore del gioco, ha individuato specifiche aree di analisi e supporto operativo coerenti con uno sviluppo sostenibile del settore del gioco e che riguardano in particolare:

l’analisi delle future strategie di comunicazione commerciale in seguito all’applicazione del Decreto Dignità attraverso la definizione di attività di marketing alternative, adattive e sostenibili rispetto al nuovo scenario normativo sulla pubblicità (i.e. campagne di brand, campagne di gioco responsabile);

■ l’elaborazione di modalità di comunicazione alternative con la valutazione del profilo di rischio (elaborazione di una griglia con la rischiosità delle diverse azioni di comunicazione);

■ l’individuazione del ruolo della rete fisica come fattore di sviluppo commerciale dell’online e il supporto al suo sviluppo (cosa è possibile fare in un punto fisico, come, etc.).

l’analisi del mutamento del contesto competitivo alla luce delle strategie di comunicazione attuali e prospettiche che possono essere poste in essere dai principali operatori del settore: quali operatori saranno meno penalizzati dal divieto, come reagiranno gli altri, quale impatto sulle quote di mercato;

Per ulteriori informazioni potete scrivere alla dott.ssa Laura D’Angeli al seguente indirizzo mail ldangeli@mag-ca.it

Ti può interessare anche:


Commenti

Quello che avete da dire.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi