News

Le News di Consulenti Associati

Gioco on line verso il nuovo Bando 2016
Autore: Redazione MAG Data: 29 maggio 2015 Commenti: 0
img

gambling_icon

A giugno 2016 le concessioni Bersani per il gioco on line (a distanza) trasformate nelle cosiddette comunitarie scadranno ed è, quindi, giunto il momento di fare le prime valutazioni sull’andamento e sulle prospettive evolutive del mercato. Attualmente il mercato ha un valore complessivo  di circa 728 milioni di euro (GGR) sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente.

A fronte della stabilità di tale valore, il gioco on line si è profondamente trasformato rispetto ai suoi esordi sia in termini di prodotto (oramai l’offerta è completa) sia in termini di operatori (con l’ingresso in Italia anche di grandi operatori internazionali).

L’effetto globalizzazione che è avanzato in modo preponderante in tutti settori economici del nostro paese si è affermato, seppure con una logica “glocal”, anche nel gioco.

Il mercato, in questi anni, inoltre, si è caratterizzato per due fenomeni principali:

■ concentrazione, i primi 10 operatori rappresentano circa il 74% del mercato e il settore sembra destinato ad un’ulteriore concentrazione internazionale (se si considera che in questi giorni alcuni operatori stanno negoziando l’acquisto del colosso bwinparty);

■ focalizzazione, strategie di focalizzazione verticale su uno specifico prodotto per i segmenti: poker e scommesse sembrano aver premiato a livello nazionale ed internazionale alcuni operatori garantendo la leadership di specifici segmenti.

Il settore si sta comunque modificando ed oggi si assiste al tentativo da parte di alcuni operatori di ampliare ulteriormente il proprio portafoglio prodotti entrando in nuovi segmenti di mercato, come le scommesse. Sarà una strategia vincente in un mercato che è ormai maturo e saturo (il numero di giocatori decresce) o converrebbe concentrarsi sull’innovazione?

Per comprendere l’evoluzione del settore del gioco occorre analizzare quali scenari e quanto vale il mercato nei prossimi 5-10 anni ed esaminare in particolare il trend evolutivo legato alle innovazioni tecnologiche.

Sicuramente il settore del gioco è destinato a trasformarsi ulteriormente nei prossimi anni in funzione dell’evoluzione tecnologica connessa ai sistemi di telecomunicazione (LTE), ai sistemi di pagamento e all’identificazione (identità digitale). Il gioco sarà sempre più mobile, molto probabilmente l’esperienza mobile sarà l’unica o sarà affiancata da wereable technology o smart tv. L’esperienza da PC sarà degli “obsoleti digitali” over 55 poco abituati ad un uso evoluto dei device mobili e/o diffidenti verso le nuove modalità di pagamento. Ma i giovani saranno tutti su mobile o sintonizzati su altre tecnologie ancora più evolute. Quindi cosa resterà dell’attuale esperienza di gioco?

Per ulteriori informazioni contattare info@mag-ca.it oppure al tel. 06/45443806.

Ti può interessare anche:


Commenti

Quello che avete da dire.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi