News

Le News di Consulenti Associati

Disegno di legge Binetti: disposizioni sul gioco d’azzardo patologico
Autore: Redazione MAG Data: 10 luglio 2014 Commenti: 0
img

italia-mappa-1_21147332Già approvato in Commissione Affari Sociali, il progetto di legge dell’onorevole Binetti ora attende l’esame in aula.

Il ddl sul gioco patologico introduce misure volte a:

 la tutela, la cura e la riabilitazione dei soggetti affetti da Gioco d’Azzardo Patologico (GAP);

 la protezione dei minori e di altri soggetti vulnerabili;

■ la prevenzione della diffusione dei fattori di rischio del GAP.

Tra le misure volte alla tutela, alla cura ed alla riabilitazione dei soggetti affetti da Gioco d’Azzardo Patologico (GAP) si segnalano:

• l’applicazione di diversi servizi atti alla prevenzione, alla cura ed alla riabilitazione delle persone affette dalla patologia del GAP intendendo per soggetti affetti da GAP coloro che “presentano sintomi clinicamente rilevanti legati alla perdita di controllo sul proprio comportamento di gioco, con evidente coazione a ripetere e con condotte compulsive tali da arrecare grave deterioramento alla loro personalità, assimilabile ad altre dipendenze”;

• l’istituzione di un numero verde a sostegno delle famiglie dei soggetti affetti da GAP;

• l’istituzione dell’Osservatorio nazionale sulla dipendenza da GAP, presso il Ministero della Salute.

Tra le misure volte alla protezione dei minori e di altri soggetti vulnerabili si segnalano:

• l’utilizzo degli apparecchi di cui all’art.110 del TULPS comma 6 a) e b) solo attraverso la tessera sanitaria, così da consentire un sistema di registrazione dei giocatori e delle relative giocate, permettendo in tal modo al giocatore di autoescludersi ed autolimitarsi;

• l’aumento della sanzione per coloro che consentono la partecipazione al gioco da parte di soggetti minorenni;

• l’obbligo di adozione di un decreto da parte dell’ADM, entro sei mesi dall’entrata in vigore del progetto di legge proposto, che renda obbligatoria l’introduzione di meccanismi atti a bloccare automaticamente l’accesso dei minori ai giochi e che definisca le caratteristiche grafiche e cromatiche delle avvertenze generali e supplementari da apporre su ciascun apparecchio o videoterminale di gioco (le quali dovranno essere presenti anche sullo schermo degli apparecchi da gioco, per non meno di 15 secondi, all’avvio di ogni giocata);

• l’indicazione su ogni ricevuta rilasciata dagli apparecchi di gioco dell’ammontare speso e vinto, evidenziando la differenza, il tempo di collegamento e le formule di avvertimento. Tali disposizioni saranno efficaci a partire dal 1° gennaio 2016 e trovano applicazione anche nel gioco online;

• il divieto da parte dei concessionari di penalizzare gli esercenti e/o gestori qualora questi richiedessero la rimozione degli apparecchi da gioco;

• l’obbligo di indicazione delle formule di avvertimento, sulla base di alcune precise indicazioni, sui tagliandi delle lotterie istantanee.

Tra le misure volte alla prevenzione della diffusione dei fattori di rischio del GAP si segnalano:

• il divieto di pubblicità diretta e indiretta del gioco d’azzardo con decadenza della concessione qualora i trasgressori reiterassero per tre volte;

• il rilascio agli esercizi che ne facciano richiesta del logo “no slot” sulla base di alcune condizioni definite dal Ministero della Salute, con possibilità di revoca del suo utilizzo;

• l’obbligo di esercitare nuove sale di gioco e nuovi punti vendita la cui attività principale è di offerta di scommesse a determinate distanze da “luoghi sensibili”;

• il divieto di fumare, di consumazione di bevande ed alimenti nelle sale da gioco e nei punti vendita in cui si esercita come attività principale l’offerta di scommesse.

Tra le disposizioni finanziarie inoltre si dispone l’incremento entro il limite dello 0,7% del prelievo erariale unico sugli apparecchi comma 6 a) e b) a decorrere dal 1° gennaio 2015.

Il ddl Binetti, in concomitanza con le recenti “raccomandazioni” dell’UE sul gioco online, apre nuovi ed incerti scenari per gli operatori di gioco.

Disponibile uno studio sull’evoluzione normativa. Contattaci a info@mag-ca.it oppure al tel. 06/45443806.

Ti può interessare anche:


Commenti

Quello che avete da dire.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi